Erbusco - 16-05-2018

La Franciacorta si prepara all’“eno-tappa” del Giro d’Italia n. 101, il 23 maggio tra i filari. Una bottiglia ed una maglia celebrano la tappa n. 17, che attraverserà i Comuni della Franciacorta

La Franciacorta si prepara all’“enoIl Giro d’Italia, dopo 10 tappe, entra nel vivo. In testa il britannico Simon Philip Yates, ma in tanti puntano sul fratello Simon, con qualche speranza per Domenico Pozzovivo, aspettando il riscatto, nelle tappe di montagna, di fuoriclasse come Thibaut Pinot e Tom Doumulin.
L’attesa, nel frattempo, cresce anche e soprattutto tra i filari della Franciacorta, dove il 23 maggio si correrà l’“eno-tappa” del Giro n. 101, l’unica dedicata al vino, con partenza da Riva del Garda ed arrivo ad Iseo, passando attraverso i Comuni della Franciacorta, e che segue, andando a ritroso negli anni, la “Sagrantino Stage”, la “Chianti Classico Stage”, la Treviso-Valdobbiadene, la Barbaresco-Barolo e la tappa su sterrato tra i vigneti di Brunello a Montalcino.RIGHT E con il Giro che, nelle prime tappe, ha già toccato i territori di Etna, Sannio e Verdicchio (con arrivo ad Osimo, oggi), e nelle prossime attraverserà anche Prosecco (arrivo a Nervesa della Battaglia, tra Conegliano e Valdobbiadene) e Trentodoc, nella crono Trento-Rovereto.
Intanto, la Franciacorta si prepara per quello che sarà un vero e proprio evento, con un’etichetta dedicata alla storica tappa, ma anche, ovviamente, una maglia dedicata alla “Franciacorta Stage”, di un intenso colore blu, con un soggetto grafico “optical” che con le sue linee richiama i filari ed i vigneti del paesaggio della Franciacorta, firmata dalla stessa azienda produttrice della maglia Rosa, la Castelli.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018