Bruxelles - 09-02-2018

Il Concours Mondial de Bruxelles, uno dei più prestigiosi concorsi dell’universo del vino, n vista dell’edizione n.25 di scena in Cina, rivela che le sue medaglie e i suoi “bollini” possono aumentare le vendite di un’etichetta fino al 40%

Sul tema del rapporto tra medaglie ricevute e aumento del successo commerciale di un vino, come precedentemente riportato da WineNews (https://goo.gl/bMnDnV), i due ricercatori autori dello studio comparato pubblicato dalla American Association of Wine Economists avevano indicato un aumento del prezzo di un vino premiato di fino al 13%, sulla base dei dati di 11 dei più importanti concorsi di Francia e del mondo. Tra i quali anche uno dei più prestigiosi, ovvero l’itinerante Concours Mondial de Bruxelles, che, in vista della sua edizione n. 25 (Pechino, 10-13 maggio, www.concoursmondial.com), ha svolto una propria analisi sul tema, dalla quale si evince che le proprie medaglie sarebbero in grado di incentivare le vendite fino al 40% in più.
Secondo lo studio, l’impatto psicologico delle medaglie è particolarmente sentito tra i neofiti del nettare di Bacco, e con variazioni notevoli da Paese a Paese: in Belgio, ad esempio, una medaglia d’oro del Concours può incrementare le vendite del 18%, in Spagna dal 20% al 30%, mentre in Portogallo e in Bulgaria può superare, per l’appunto, il 40%
.
Inoltre i dati sulle richieste di medaglie adesive - o più colloquialmente i “bollini” - consentono di affermare che non solo sono frequenti nelle enoteche e in gdo, ma anche che a richiederle è ben il 69% dei Paesi premiati nel 2016, con in testa Francia, Spagna, Italia, Portogallo, Sud Africa, Bulgaria, Cile, Grecia e Messico.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018