Parigi - 10-01-2018

Ricevere una medaglia in uno dei più autorevoli concorsi enologici può consentire al prezzo di un vino una crescita fino al 13% del suo valore: lo sostiene uno studio francese di Paroissien e Visser per la American Association of Wine Economists

Se un vino riceve medaglie nei concorsi più importanti il prezzo può crescere anche del 13%, lo dice uno studio francese pubblicato dalla American Association of Wine EconomistsPer una cantina, avere un vino ben recensito dalla critica, o ricevere premi e medaglie in uno dei tanti concorsi dedicati al settore che ci sono nel mondo, non è solo un riconoscimento del proprio lavoro che fa bene all’ego e all’autostima del produttore, ma anche uno strumento per far crescere la propria visibilità, la reputazione del marchio e, cosa non marginale, il prezzo del vino. Riflessione logica, soprattutto su questo ultimo aspetto, che però due ricercatori francesi, Emmanuel Paroissien e Michael Visser, hanno voluto mettere nero su bianco. E così, dal loro paper “The Causal Impact of Medals on Wine Producers’ Prices and the Gains from Participating in Contests”, pubblicato dalla American Association of Wine Economists (https://goo.gl/n5xgyv), emerge che, per un vino premiato con una medaglia in un concorso, il prezzo sul mercato può aumentare fino al 13%.
Cosa che, ovviamente, nel singolo caso, dipende poi dal valore della medaglia e dall’autorevolezza del concorso stesso.

Per arrivare a questa conclusione matematica, i ricercatori hanno preso in esame i dati delle transazioni sui vini di Bordeaux premiati in 11 dei più importanti concorsi di Francia e del Mondo (Concours de Bordeaux, Concours Mondial de Bruxelles, Challenge International du Vin, Concours des Vignerons Indépendants de France, Decanter World Wine Award, Concours Mondial des Feminalise, Concours International de Lyon, Concours des Grands Vins de France à Mâcon, Concours Général Agricole, Vinalies Nationales e Vinalies Internationales).
Una cifra importante, poiché come sanno bene i produttori far crescere il valore economico di un vino, in un mercato dove la competizione è fortissima ad ogni livello di prezzo, è difficilissimo. Missione in cui a quanto pare le medaglie aiutano, grazie alla loro capacita di orientare in qualche modo un consumatore spesso spaesato davanti alla enorme mole di offerta disponibile. E risultato che, dunque, giustifica i costi di partecipazione ai concorsi, tra quote di partecipazione, invio delle bottiglie e pagamento degli “stikers” delle medaglie da apporre sulle bottiglie dell’etichetta premiata.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018