Torino - 05-01-2018

Torino aspira ad essere come Bordeaux: la vecchia sede della Borsa diventa “La Piazza del vino” e la capitale del Piemonte diventa anche capitale dei vini regionali. Investimento ad hoc di Regione e Camera di Commercio di Torino per 3,5 milioni

A Torino nella vecchia sede della Borsa Valori nascerà una Piazza del VinoTorino aspira ad essere come Bordeaux cominciando con l’“appropriarsi” di nuovi spazi prestigiosi per il nettare di Bacco. La vecchia sede della Borsa Valori diventa “La Piazza del vino” e la capitale del Piemonte diventerà anche capitale dei vini regionali. Anche se nominalmente già riveste questo ruolo, Torino, con questo nuovo spazio tutto “wine-oriented”, sembra giungere ad una fase decisamente operativa, in linea con analoghe operazioni già sviluppate nel Vecchio Mondo enoico.
La vecchia sede della Borsa Valori di Torino, nel pieno centro della città, diventerà quindi una grande piazza coperta, ricavata sotto la volta che per 36 anni ha ospitato la sala contrattazioni, in un palazzo che avrà quattro piani più una terrazza panoramica. Museo, sala degustazioni, due ristoranti, spazi per consorzi e associazioni, per corsi ed eventi, due bookshop, su un totale di 5.000 metri quadri.
“Un luogo della cultura enogastronomica - ha precisato Antonella Parigi, assessore a cultura e turismo della Regione - un salone del gusto permanente”. Per le prime infrastrutture e i lavori di adeguamento, Regione Piemonte e Camera di Commercio si sono impegnate a investire 3,5 milioni complessivi che potrebbe però essere ripagati da chi si aggiudicherà la gara. Una stima “prudenziale” fatta dal Politecnico di Torino indica un potenziale di 285.000 visitatori all’anno, 135.000 torinesi e 150.000 turisti.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018