Roma - 02-01-2018

Liv-ex, dietro ai record del Sassicaia, la grande performance di prezzo di Giacomo Conterno: del Barolo Cascina Francia 2004 la miglior performance di prezzo, cresciuto in 12 mesi del 156,6%, da 982 a 2.519 sterline a cassa

Il Barolo Cascina Francia di Conterno il vino che ha visto il suo prezzo crescere di più in un ano sul Liv ExIl vino italiano corre sul Liv-ex, lo abbiamo scritto appena qualche giorno fa (qui: https://goo.gl/eUsGcU), e se buona parte del merito, per giro d’affari e numero di bottiglie scambiate sul mercato dei fine wine nel 2017, è del Sassicaia, dietro ci sono le ottime performance degli altri brand, come Masseto, il più in alto in classifica, al n. 20, o Casanova di Neri, che porta il Brunello tra i primi 100 marchi del benchmark dei fine wine mondiali. Senza dimenticare, nonostante il calo in classifica (dalla posizione n. 59 del 2016 alla n. 96), Giacomo Conterno, simbolo di un Barolo sempre più sotto i riflettori di collezionisti, appassionati ed investitori.
Tanto che il Barolo Cascina Francia 2004 è stato capace di mettere a segno la maggior crescita di prezzo nell’arco degli ultimi 12 mesi: una cassa (12 bottiglie, ndr) che a dicembre 2016 era valutata 982 sterline, oggi costa 2.519 sterline.
Il 156,6% in più, la performance di prezzo migliore tra tutti i vini del Liv-ex
, davanti al Guigal Cote Rotie Moulin 2000 (+122%) e all’Armand Rousseau Chambertin 2005 (+97,8%). E non finisce qui, perché alla posizione n. 4 c’è ancora Giacomo Conterno, con il Barolo Cascina Francia 2003, passato da 864 a 1.636 sterline a cassa (+89,4%), con l’annata 2007 della stessa etichetta a chiudere la top ten: quotata 1.091 sterline a cassa un anno fa, oggi costa 1.809 sterline (+65,8%).
Info: www.liv-ex.com


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018