Marciano - 15-12-2017

Sono Vinocchio e Uvagina e lottano contro il bullismo omofobico. I due vini di punta dell’azienda Prodigio Divino degli stilisti coniugi Bruno Tommassini e Edoardo Marziani e del comico Fabio Canino, servono a dar voce a chi è meno fortunato di loro

Vinocchio e Uvagina, i vini prodotti da Prodigio di Vino di Bruno Tommassini, Edorardo Marziani e Fabio Canino per sostenere la lotta al bullismo e all’omofobia“Siamo stati una coppia di fatto per 40 anni, solo da poco riconosciuta ufficialmente. Ma siamo stati molto fortunati, dei privilegiati. Nella nostra casa di campagna abbiamo sempre accolto tutti e pure il paese ci ha accettati. Abbiamo pensato fosse giusto restituire qualcosa di questa nostra fortuna a chi invece non ha voce”. Con queste semplici parole Bruno Tommassini, proprietario dell’azienda Prodigio Divino insieme al marito Edoardo Marziari, spiega a WineNews com’è nata l’idea di devolvere gli introiti dei loro due vini di punta, Vinocchio e Uvagina, alle associazioni impegnate a diffondere una cultura contro il bullismo, soprattutto omofobico.
L’azienda si trova nei dintorni di Marciano in Toscana e la coppia, due stilisti di professione, ha iniziato una quindicina di anni fa a produrre vino un po’ per gioco. Come per gioco sono nate le etichette, disegnate da un amico birdwatcher. Da poco tempo si è aggiunto un terzo socio, il comico Fabio Canino, che con il suo estro ha fatto da megafono a questa bisogno di trasformare una passione in un qualcosa di utile per la società. Le occasioni nel mondo dello spettacolo non mancano, come le presentazioni del libro di Canino “Rainbow Republic. Romanzo distopico gay”, che spesso finiscono con un brindisi a Vinocchio e Uvagina.
“La soddisfazione è grande. Soprattutto nel vedere le facce sorprese delle persone che pensano di fare “solamente” beneficenza senza tante aspettative sul prodotto - racconta Fabio Canino - e poi invece si ritrovano pure a bere un vino buono, di qualità. Questo ci sta spingendo ad ampliare la produzione, a crescere in visibilità. Per contribuire sempre di più a finanziare quelle associazioni che lavorano nelle città e nelle scuole contro il bullismo: realtà capaci di intervenire efficacemente sia sull’atteggiamento di chi bulla, che sull’atteggiamento della vittima. Perché anche come ci poniamo singolarmente verso la società che vogliamo ci accolga, fa la differenza”.
È proprio vero che attorno ad un bicchiere di vino nascono grandi affari, nuovi legami e importanti dialoghi: può essere quasi considerato “il collante” tra tante realtà diverse, il simbolo della bellezza che sta nella diversità, o almeno così è nella concezione dell’azienda Prodigio Divino. Così il loro Vinocchio, un Sangiovese Canaiolo color rosso rubino, e l’Uvagina, un Vermentino Viognier Chardonnay, con i loro strambi nomi, vogliono rappresentare la libertà di espressione, che a tavola diventa “libertà di gusto”.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018