New York - 14-11-2017

Continua, con il Cabernet Sauvignon Napa Valley 2014 di Meyer al n. 8 e il St.Emilion 2014 di Château Canon-La Gaffelière al n. 7, il conto alla rovescia della “Top 10” by “Wine Spectator”. Italia in attesa della prime etichetta in classifica

Continua il conto alla rovescia della “Top 10” della rivista “Wine Spectator”: Italia in attesa della prime etichetta in classificaContinua con il Cabernet Sauvignon Napa Valley 2014 di Meyer al n. 8 e il St.-Emilion 2014 di Château Canon-La Gaffelière al n. 7 il conto alla rovescia della “Top 10” di “Wine Spectator”, che ieri aveva svelato la posizione n. 10 e n. 9, occupate da due vini californiani, lo Oublié Paso Robles 2014 di Booker ed al n. 9 lo Chardonnay Napa Valley 2015 di Pahlmeyer.
L’Italia attende la sua prima etichetta nel vertice della “Top 100” enoica più attesa, che vedi i vini selezionati tra quelli con un punteggio superiore ai 90 punti assegnati dalla rivista Usa, tenendo conto di prezzo, disponibilità sul mercato e di un fattore “x” legato all’emozione.
Nel 2016 furono due i vini italiani tra i primi 10, il Tignanello 2012 di Antinori (n. 8) e il Barbaresco Asili Riserva 2011 dei Produttori di Barbaresco (http://top100.winespectator.com). Il vino dell’anno sarà annunciato il 17 novembre.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017