Dubai - 12-10-2017

Il vino abbatte le barriere culturali, ma le differenze continuano a resistere: se gli Emirati Arabi si preparano al primo corso firmato Wset, il Qatar annuncia il divieto di consumare alcolici nei luoghi pubblici ai Mondiali di Calcio 2022

Sarà pur vero che il vino ha la straordinaria capacità di abbattere ogni barriera culturale, tanto da conquistare persino i palati dei winelovers di Dubai, Abu Dhabi e di tutti gli Emirati Arabi, dove farà presto il suo debutto il primo corso del Wine & Spirit Education Trust, lo storico istituto britannico di formazione dedicato a vini e distillati, ma certe differenze culturali sono, legittimamente, difficili da superare, ma in vista dei Mondiali di Calcio 2022, il vicino Qatar fa sapere che il consumo di bevande alcoliche sarà sì permesso, ma non negli spazi pubblici. Lo ha dichiarato il Segretario Generale del Comitato Supremo per il Completamento e il Patrimonio, Hassan al Thawadi, in un’intervista per il “New York Times” (www.nytimes.com). “L’alcol sarà permesso, ma non sarà permesso in spazi pubblici. Sarà consentito bere alcolici solo in specifiche aree designate, ma, per esempio, non si potrà camminare per strada bevendo alcolici”, ha spiegato al Thawadi.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017