Milano - 12-09-2017

╚ della casa trevigiana Bottega il Prosecco bestseller nei Duty Free in Europa, terzo fra gli spumanti dopo M÷et & Chandon e Veuve Clicquot, secondo uno studio della societÓ britannica Institute of Wine & Spirit Research

Nei Duty Free primeggia il Prosecco trevigiano Bottega, primo in assoluto per le vendite in Europa e terzo spumante nel mondo, dopo i due mostri sacri M÷et & Chandon al primo posto e Veuve Clicquot al secondo. Lo confermano i dati dello studio della societÓ di ricerca britannica Iwsr, The Institute of Wineá& Spirit Research, indirizzato sul canale Duty Free e Travel Retail per gli anni 2015 e 2016. Relativamente agli sparkling wines, inoltre, sempre in questo mercato, Bottega risulta essere la seconda azienda del mondo dopo Lvmh, il colosso del lusso di Bernard Arnault (www.theiwsr.com).
La performance di Bottega Ŕ dovuta agli alti standard di qualitÓ del Prosecco, e dal valore aggiunto dato da un packaging elegante e d'impatto: lĺiconica bottiglia Gold contenente Prosecco Doc Ŕ infatti diventata negli ultimi anni un prodotto di immediata riconoscibilitÓ. Bottega, cantina e distilleria di Bibano di Godega (Treviso), ha raggiunto i vertici della classifica a seguito del lavoro di 30 anni e della presenza progressivamente crescente nel mercato Duty Free e Travel Retail. Dapprima si Ŕ sviluppata con le grappe, tra cui le bottiglie in vetro soffiato, e poi con lĺintera gamma di distillati, liquori, vini e vini spumanti; questi ultimi, in particolare, hanno fortemente contribuito alla diffusione e alla notorietÓ del marchio Bottega.
Il canale Duty Free e Travel Retail, al di lÓ dei numeri significativi che movimenta, Ŕ un mercato importante perchÚ accresce la notorietÓ del prodotto, ne eleva l'immagine e spinge verso l'alto il relativo posizionamento di prezzo. Condividere gli stessi spazi con i grandi marchi di settori merceologici come gioielleria, pelletteria e cosmesi, Ŕ un formidabile fattore di traino per tutto il comparto dello spumante italiano.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017