Siena - 11-08-2017

Valpolicella Negrar, a pari merito, con Vinchio - Vaglio Serra, e Valpantena: il podio delle cooperative italiane migliori per qualità complessiva dei vini secondo la rivista tedesca Weinwirtschaf. Capitolo a parte per l’Alto Adige: al top c’è Tramin

La cantina Tramin al top delle cooperative di Alto Adige e Sud Tirolo secondo WeinwirtschaftSono la veneta Cantina Valpolicella Negrar e la piemontese Vinchio - Vaglio Serra le migliori cantine cooperative italiane per qualità complessiva dei vini, punte di diamante di un settore che vale oltre la metà della produzione e delle esportazioni enoiche del Belpaese. A dirlo la rivista enoica tedesca Weinwirtschaft, pubblicata da Meininger (www.meininger.de/en/weinwirtschaft), che come nel 2016 ha confermato al vertice la realtà della Valpolicella, a parimerito con quella astigiana. A completare il podio la veronese Cantina Valpantena, in una classifica che, va sottolineato,non tiene conto delle cooperative di Alto Adige e Sud Tirolo, che hanno una loro graduatoria dedicata (al cui vertice ci sono, nell’ordine, Cantina Tramin, Cantina Kurtatsch, Cantina Merano Burggräfler, Cantina Bolzano, Erste + Neue, Cantina St. Pauls, Nals Margreid, Cantina di Caldaro, Cantina San Michele e Cantina Girlan). Tra le migliori d’Italia, posizione n. 4 per la trentina Mezzacorona, seguita al n. 5 da Cantina Miglianico, in Abruzzo. A pari merito al n. 6 invece la piemontese Terre del Barolo, e la trentina Vivallis. Piazza n. 8 ancora condivisa dalla marchigiana Moncaro, e dalla Vecchia Cantina di Montepulciano in Toscana, e a chiudere la top 10 la cantina sarda Santadi.
Nella top 20 delle cantine italiane, nell’ordine, anche Vitevis (Veneto), Cantine Tollo (Abruzzo), Settesoli (Sicilia), Castelnuovo del Garda (Veneto), Cva Canicatti (Sicilia), Cantina di Venosa (Basilicata), Cevico (Emilia Romagna), La Vis (Trentino), Colli del Soligo (Veneto) e Citra (Abruzzo).
“Arrivare primi in classifica è impegnativo, come lo è riuscire a mantenere nel tempo il primato, per cui siamo fieri della riconferma di eccellenza assegnata ai nostri vini, che suggella la bontà della nostra mission aziendale: guardare al mercato con attenzione alla qualità e al territorio di appartenenza”, afferma Daniele Accordini, Dg ed enologo della cantina Valpolicella Negrar.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017