WineNews - Gli affari corrono in rete: l’ultima compravendita in Francia, anticipata da un tweet della Master of Wine Jancis Robinson, riguarda Château Phélan-Ségur (Saint-Estèphe), dalla famiglia Gardinier all’imprenditore olandese Philippe Van de Vyvere - Visualizzazione per stampa

Roma - 09-08-2017

Gli affari corrono in rete: l’ultima compravendita in Francia, anticipata da un tweet della Master of Wine Jancis Robinson, riguarda Château Phélan-Ségur (Saint-Estèphe), dalla famiglia Gardinier all’imprenditore olandese Philippe Van de Vyvere

Gli affari tra i vigneti corrono in rete, o meglio sui social: l’ultima grande compravendita in terra francese, anticipata da un tweet della Master of Wine Jancis Robinson, riguarda la griffe bordolese Château Phélan-Ségur, nella denominazione più settentrionale di Medoc, Saint-Estèphe, che la famiglia Gardinier avrebbe venduto all’imprenditore olandese Philippe Van de Vyvere, a capo di Sea-Invest, il più grande spedizioniere di bevande sfuse e frutta d’Europa.
Non si conoscono i dettagli dell’affare, che del resto non è ancora stato confermato da nessuna delle due parti, come sottolinea il magazine Uk “The Drinks Business” (www.thedrinksbusiness.com ) ma Château Phélan-Ségur era in vendita da due mesi, e la volontà della famiglia Gardinier, alla guida dell’azienda dal 1985, è quella di cedere la totalità delle quote, per concentrarsi sulle altre attività, dal ristorante Taillevent, tra i più noti e prestigiosi di Parigi, cui è legato il Les 110 de Taillevent, sempre nella capitale francese, al Les Crayères, uno dei principali alberghi di Champagne, a Reims.
Considerata forse un’attività non sufficientemente redditizia, su Château Phélan-Ségur in questi anni la famiglia Gardinier ha fatto investimenti importanti, portando all’attenzione della critica vini sempre più solidi e coerenti, con l’annata 2016 giudicata la migliore di sempre per lo Château. Certo, non si tratta di un cru classé, ma per prestigio, qualità e prezzi spuntati sul mercato, in effetti, non ha nulla da invidiare ai nomi più in vista, pur trattandosi di una grande azienda, che insiste su 70 ettari vitati ed una capacità produttiva importante.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017