Conegliano - 19-05-2017

Il percorso della Candidatura Unesco, la strada della sostenibilità, il coinvolgimento dei soci nelle attività consortili: ecco i programmi futuri del Consorzio del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, che alla guida conferma Innocente Nardi

Portare avanti il percorso della Candidatura Unesco, capace di creare valore per l’intero territorio di Conegliano Valdobbiadene, continuare sulla strada della sostenibilità attraverso uno strumento prezioso come quello del Protocollo Viticolo, coinvolgendo i soci per migliorare le attività del Consorzio: ecco gli obiettivi del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, che sarà guidato ancora da Innocente Nardi, confermato dal Consiglio di Amministrazione dopo sei anni al timone del Consorzio.
“In questi sei anni il lavoro di squadra del Consiglio di Amministrazione e dei soci del Consorzio di Tutela ha permesso di raggiungere obiettivi importanti per la Denominazione, creando valore per il territorio e per la Comunità del Conegliano Valdobbiadene. La stessa Candidatura Unesco - dice Innocente Nardi - concretizzatasi grazie al supporto fondamentale della Regione Veneto, rappresenta un passo importante nella valorizzazione e tutela del territorio. Ma non solo - continua Nardi - abbiamo perfezionato il nostro Protocollo Viticolo che si conferma uno strumento prezioso e molto avanzato sulla strada della sostenibilità ambientale. Infine, continueremo a impegnarci nel coinvolgimento sempre più assiduo dei soci, sia per migliorare le attività del Consorzio sia per renderci sempre più protagonisti nel nostro territorio”.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017