Roma - 19-04-2017

Conquistare la Cina diffondendo la cultura del vino italiano cercando il partner giusto: la via intrapresa da Cavit, realtà leader in Italia (177 milioni di fatturato), che ha siglato una partnership di lungo periodo con il colosso cinese Cofco W&W

La Cina del vino si conquista diffondendo la cultura dell’Italia enoica nel Paese del Dragone, cercando il partner giusto per poterlo fare in un mercato grande, promettente ma difficilissimo e, in larga parte, sconosciuto. È la via intrapresa da Cavit, realtà leader del vino italiano e della cooperazione trentina (con un fatturato di oltre 177 milioni di euro, l’80% all’export, www.cavit.it), che ha stretto un accordo con il colosso cinese Cofco W&W, realtà che importa e distribuisce in Cina anche marchi come Antinori, Penfolds, Nicolas Feuillattes, Opus One, Torres, Barons de Rothschild e altri (www.mzhwines.com/wine), considerata la piattaforma più autorevole ed affidabile nel settore delle bevande alcoliche d’importazione in Cina, e annoverata nel prestigioso “Fortune Global 500”, l’indice delle 500 compagnie più grandi del mondo secondo la celebre rivista “Fortune”.
“L’importante partnership - spiega una nota - è il risultato di intense relazioni tra le due aziende che hanno condotto scrupolose analisi di mercato per delineare le prospettive di una collaborazione strutturata, mirata ad una crescita del business nel tempo”. “Il nostro approccio strategico al mercato cinese - spiega il dg Cavit, Enrico Zanoni - è da sempre improntato ad individuare soluzioni che garantiscano una crescita sostenibile nel lungo periodo. Cofco W&W è un partner di assoluto rilievo che dispone di un’ottima organizzazione commerciale e di una capillare piattaforma distributiva: solide basi sulle quali costruire la nostra presenza nel mercato cinese”. “L’intesa che abbiamo siglato - aggiunge il presidente Cavit, Bruno Lutterotti - ci rende particolarmente orgogliosi perché ci consente di portare i prodotti dei nostri associati in un mercato dalle straordinarie dimensioni”.
“Siamo lieti di aver raggiunto questo importante accordo con Cavit, un partner di grande qualità che abbiamo selezionato con cura dopo attente valutazioni”, commenta Castle Li, general manager di Cofco W & W International Co. Ltd. “L’Italia - ha aggiunto - è un Paese dalla grande tradizione vinicola caratterizzato però da una forte frammentazione. L’incontro con una realtà altamente qualificata ed organizzata come Cavit ci consente finalmente di intraprendere un piano di sviluppo per espandere la presenza dei vini italiani nel nostro grande mercato. Il successo ottenuto negli anni da Cavit negli Stati Uniti è per noi una garanzia della qualità, delle capacità gestionali su larga scala nonché delle competenze nel branding, un aspetto di cruciale importanza per il successo in Cina”.
Con una presenza consolidata su tutti i canali distributivi, sia sul territorio che sui principali marketplace dell’e-commerce cinese, il gruppo Cofco opera ad ampio raggio nel comparto alimentare e vanta un’expertise specifica anche nel settore vino, dove opera in qualità non solo di distributore, ma anche di produttore di una linea di vini locali. Competenze esclusive che fanno di Cofco W&W un operatore di spicco nel settore enologico dell’area asiatica e un interlocutore qualificato per lo sviluppo di un business dalle ampie prospettive, sulla scia del favore che le nuove generazioni cinesi dimostrano di riservare al vino.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017