WineNews - Se l’Italia del vino ha raggiunto i 100/100 del guru Robert Parker solamente in 9 occasioni nella sua storia, Michel Chapoutier, vigneron simbolo della Valle del Rodano, è stato capace di fare altrettanto in una sola annata, la 2015, da record - Visualizzazione per stampa

New York - 09-01-2017

Se l’Italia del vino ha raggiunto i 100/100 del guru Robert Parker solamente in 9 occasioni nella sua storia, Michel Chapoutier, vigneron simbolo della Valle del Rodano, è stato capace di fare altrettanto in una sola annata, la 2015, da record

Michel Chapoutier, 9 volte 100/00 Parker con i vini di una sola annata, la 2015 Ci sono Paesi che, nonostante una storia enoica eccezionale e vette qualitative riconosciute ormai a livello globale, per “strappare” un 100/100 al guru della critica mondiale, Robert Parker, fondatore di una delle pubblicazioni più autorevoli del settore, “The Wine Advocate”, deve fare i salti mortali. Come l’Italia, che in più di 25 anni ha raggiunto il massimo dei punteggi solo in 9 occasioni, l’ultima qualche mese fa, quando Monica Larner, la corrispondente per l’Italia di Parker, ha assegnato i 100/100 al Pian dell’Orino Brunello di Montalcino Bassolino di Sopra 2010, che va a fare compagnia ad altre 8 etichette diventate ormai leggendarie: Bruno Giacosa Barolo Riserva Collina Rionda 1989, Giacomo Conterno Barolo Riserva Monfortino 2004, Vietti Barolo Riserva Villero 2007, Casanova di Neri Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2010, Il Marroneto Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie 2010, Montevertine Le Pergole Torte Riserva 1990, Tenuta San Guido Sassicaia 1985 e Tua Rita Redigaffi 2000.
Allo stesso tempo, c’è un’azienda che, in una sola vendemmia, è riuscita a raggiungere lo stesso risultato, mettendo a segno un vero e proprio record: ci è riuscito Michel Chapoutier, vigneron simbolo della Valle del Rodano, che in passato ha visto raggiungere il massimo dei voti di Parker ad altre 32 etichette, capace questa volta di guadagnare i 100/100 con 9 etichette di una singola annata, la 2015: Ermitage L’Ermite Blanc 2015, Ermitage Le Méal Blanc 2015, Le Pavillon Rouge 2015, Côte-Rôtie La Mordorée Rouge 2015, Ermitage L’Ermite Rouge 2015, Ermitage Les Greffieux Rouge 2015, Saint-Joseph Le Clos Rouge 2015, Saint-Joseph Les Granits Rouge 2015 ed Ermitage Le Méal Rouge 2015.
“È un grande onore che nove dei nostri vini dell’annata 2015 siano stati degni di ricevere i 100 punti di Parker - ha commentato Chapoutier - sono risultati che ci fanno sentire orgogliosi del lavoro e dell’impegno che ci mettiamo ogni giorno per fare i migliori vini possibili”.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017