Milano - 19-09-2014

È il Valpolicella Superiore Monte Lodoletta 2008 il miglior vino d’Italia. Il vino di Romano Dal Forno si è aggiudicato il “Best italian wine adwards”, la classifica delle 50 bottiglie imperdibili dell’anno by Luca Gardini e Andrea Grignaffini

È il Valpolicella Superiore Monte Lodoletta 2008 il miglior vino d’Italia: il vino di Romano Dal Forno si è aggiudicato il “Best Italian Wine Adwards”, la classifica delle “50 bottiglie imperdibili dell’anno”, evento creato dal sommelier campione del mondo 2010 Luca Gardini, e dal critico gastronomico Andrea Grignaffini e che verranno premiate il 22 settembre a Milano (www.biwawards.it).
La classifica (che è stata data, in anteprima, al quotidiano “Corriere della Sera”) vede, al secondo posto, l’Oreno 2011 di Tenuta Sette Ponti, seguito dal Costa d’Amalfi Furore Fiorduva 2012 di Marisa Cuomo. Appena fuori dal podio, c’è il Barolo Cannubi Boschis Luciano Sandrone 2010 di Luciano Sandrone, poi il Turriga 2010 di Argiolas, il Sassicaia 2011 di Tenuta San Guido e il Brunello di Montalcino Cerretalto 2008 di Casanova di Neri. Chiudono la top ten il Trebbiano d’Abruzzo 2010 di Valentini, il Duemani 2011di Duemani e il Barolo Santo Stefano di Perno 2009 di Giuseppe Mascarello e Figlio.
La giuria che, insieme a Gardini e Grignaffini, ha votato i “Best Italian Wine Awards 2014” è composta da Tim Atkin (Londra), wine-writer tra i più premiati al mondo e Master of Wine con 25 anni di esperienza, Raoul Salama (Parigi), docente alla Facoltà di Enologia di Bordeaux, giornalista e degustatore professionale, Christy Canterbury (New York), giornalista e Master of Wine Usa, Daniele Cernilli, decano della degustazione e giornalista enogastronomico tra gli artefici del “Gambero Rosso”, Antonio Paolini, esperto di enogastronomia e firma sulle maggiori testate di settore e Pier Bergonzi, giornalista per “La Gazzetta dello Sport” ed appassionato di enogastronomia, fondatore della rubrica “Gazza Golosa”.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017