Roma - 16-05-2018

Ministero delle Politiche Agricole, ecco la firma sul decreto di modifica e semplificazione di Agea. Coldiretti: riforma di importanza strategica per l’Italia

Migliorare la qualità dei servizi erogati alle imprese agricole, razionalizzare e contenere la spesa, innalzare l’efficienza del sistema di pagamenti, rivedere e ottimizzare il modello di coordinamento degli organismi pagatori a livello regionale, rivedere l’attuale sistema di gestione del Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale), ottimizzare l’accesso alle informazioni, mediante la realizzazione di una piattaforma informatica che permetta una più forte integrazione tra le articolazioni. Con l’approvazione del decreto di modifica, prende forma la nuova Agea, che ha l’obiettivo di semplificare, razionalizzare e aumentare la competitività dei settori agricolo e agroalimentare.
Una riforma che ha già incassato il favore di diverse associazioni di settore, come la Coldiretti, che l’ha definita “una riforma di importanza strategica per l’Italia, necessaria per semplificare le procedure e velocizzare i rapporti con le imprese agricole”. Agea è responsabile, continua la Coldiretti, di regolamentare un flusso di oltre 4 miliardi di euro annui di interventi previsti dalla Politica agricola comune dell’Unione Europea. La riforma, sottolinea ancora la Coldiretti, consentirà alle imprese agricole italiane di ricevere pagamenti in tempi più rapidi e di competere sul mercato ad armi pari con i concorrenti degli altri Paesi europei.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018