Arezzo - 14-11-2017

L’agriturismo, sempre più amato dai turisti: nel 2016 presenze a quota 12,1 milioni. Ecco le premesse, positive, con cui si apre AgrieTour (17-19 novembre), il salone dell’agriturismo italiano che, ad Arezzo, riunirà i protagonisti del settore

L’agriturismo, sempre più amato dai turisti: nel 2016 presenze a quota 12,1 milioniL’Italia è il Paese del turismo e della cultura, oltre che dei tanti prodotti enogastronomici che la rendono una meta sempre più amata dai turisti, e la formula che concilia al meglio questi mondi è l’agriturismo, che infatti negli ultimi anni ha visto una crescita delle presenze esponenziale: supera i 13 milioni il numero delle presenze di turisti in campagna. In termini di gradimento, continua il trend positivo, secondo l’indagine Istat sul movimento dei clienti negli esercizi ricettivi, infatti, le presenze dei clienti negli agriturismi ammontano a 12,1 milioni (+6,6% sul 2015).
Nel 2016 le aziende agrituristiche erano 22.661, l’1,9% in più sul 2015, e oltre alla crescita del numero, cresce anche la differenziazione dell’offerta, cercando sempre di più di caratterizzare la permanenza degli ospiti, con attività e degustazioni che rendono ogni agriturismo unico: 8.264 aziende svolgono contemporaneamente attività di alloggio e ristorazione, 10.390 offrono oltre all’alloggio altre attività agrituristiche e 1.917 svolgono tutte le quattro tipologie di attività agrituristiche autorizzate (alloggio, ristorazione, degustazione e attività ricreative, sportive didattiche e culturali).

Con queste premesse non può che partire con interesse AgrieTour 2017, il salone nazionale dell’agriturismo che, dal 17 al 19 novembre, ad Arezzo, riunirà tutti i protagonisti del settore con seminari, workshop, master ed espositori. L’inaugurazione vedrà il Viceministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Andrea Olivero, fare il punto sulla sostenibilità (il 2017 è infatti l’anno del turismo sostenibile) e sul contributo dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale.


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2017