mastroberardino    santamargherita

Categoria: News

Firenze - 04 Febbraio 2013, ore 17:30

LA TOSCANA SI RIPRENDE GLI USA E SVELA LE NUOVE ANNATE. I VINI A DENOMINAZIONE CRESCONO NEGLI STATES DEL 16,2%, E DAL BRUNELLO AL CHIANTI CLASSICO, DAL NOBILE ALLA VERNACCIA PASSANDO PER IL CHIANTI, È GIÀ TEMPO DI ANTEPRIME

Torna a correre l’export del vino toscano, che potrebbe superare, per la prima volta, il traguardo dei 700 milioni di euro, e torna così a “riappropriarsi della posizione che merita sul mercato mondiale - come spiega a WineNews l’assessore all’agricoltura della Regione, Gianni Salvadori - con un bel riconoscimento anche dal punto di vista di quantità e prezzi medi. Adesso dobbiamo lavorare per far crescere i consumi interni”. Merito soprattutto dei vini a denominazione, che rappresentano il 72% del valore totale delle esportazioni, con una “predilezione” per gli Usa, che, dal 2010, hanno cominciato a riconquistare le quote di mercato perse tra la fine del 2008 e il 2009, arrivando oggi a livelli superiori a quelli pre-crisi. Da gennaio a ottobre 2012, le esportazioni di vini Dop toscani negli States sono infatti cresciute del 16,2%, facendo prevedere un risultato finale sopra quota 171 milioni di euro. Un record che conferma la leadership statunitense come principale mercato per i rossi Dop (+16% di vendite, a quota 135,5 milioni di euro, nei primi 10 mesi 2012), mentre i bianchi Dop sono cresciuti del 23% raggiungendo i 3,2 milioni di euro di valore.

È con questi numeri, confortanti, che la Toscana alza il velo sui suoi gioielli: dopo Buy Wine (a Firenze alla Fortezza Da Basso, 14-15 febbraio, evento “b2b” di Toscana Promozione) è la volta dell’Anteprima del Vino Nobile, annata 2010 e Riserva 2009, nella Fortezza di Montepulciano (16-18 febbraio; www.consorziovinonobile.it). Il 16 febbraio tocca al Chianti con l’Anteprima dedicata al 2012 a Firenze (www.consorziovinochianti.it); torna poi la “Chianti Classico Collection”, l’anteprima delle annate 2012, 2011 e della Riserva 2010 del Gallo Nero, di scena alla Stazione Leopolda a Firenze (18-20 febbraio; www.chianticlassicocollection.it). Quindi, spazio al Benvenuto Brunello, con l’annata 2008 e la Riserva 2007 del Brunello e il Rosso di Montalcino 2011, dal 22 al 25 febbraio nei palazzi storici di Montalcino (www.consorziovinobrunellodimontalcino.it). Infine, la Vernaccia di San Gimignano, in anteprima con l’annata 2012 e la Riserva dal 2011 in giù, il 17 e 18 febbraio al Museo di Arte Moderna e Contemporanea (www.vernaccia.it).

cecchi_news 2010

Altre News



TUTTI GLI ARTICOLI
Seguici su Twitter

Non solo vino
I capolavori dell'agroalimentare d'Italia

Leggi tutti gli articoli

Spazio promozionale

Panorama aziende

capraihome.png

ARNALDO CAPRAI

Il Sagrantino di Montefalco alla ribalta internazionale

castellobanfi.png

CASTELLO BANFI

In Toscana fra tradizione e innovazione

umanironchihome.png

UMANI RONCHI

L'esperienza marchigiana proiettata verso il futuro