mastroberardino    santamargherita

Categoria: News

Milano - 04 Aprile 2012, ore 17:26

TRA GDO E VENDITA DIRETTA IN CANTINA, SOFFRONO LE ENOTECHE D’ITALIA. MA DA MILANO PARTE LA “CROCIATA” DEGLI ENOTECARI, CHE PROPONGONO UN PATTO A PRODUTTORI E DISTRIBUTORI PER RECUPERARE “CORRETTEZZA COMMERCIALE, COERENZA ED ETICA PROFESSIONALE

Da un lato c’è la grande distribuzione che, forte di grandi numeri, della capillare presenza in tutta Italia e della varietà d’offerta, ormai, vende più del 60% del vino nel Belpaese; dall’altro c’è la moda dell’acquisto diretto in cantina, provata, secondo Coldiretti, da 7 italiani su 10 almeno una volta nel 2011, tra voglia di risparmio e di contatto diretto con il produttore. E così l’enoteca, storico “tempio” dei cultori di Bacco, rischia di perdere la sua importanza, il suo ruolo e il suo business.

Ma da Milano, capitale economica del Paese, è partita una “crociata” per salvarla, con una sorta di patto proposto ai produttori dalle più importanti enoteche della città: da Cantine Isola a Cantina di Manuela, da Cotti a De Ponti, da De Toma a Diapason, da El Vinatt Renè a Eno Club Milano, da Guerini a Iemmallo, da La Bottega dell’Arte del Vino a La Botticella, da N’Ombra de Vin a Radrizzani, da Ronchi a Vino al Vino, fino a VinoVino. Una lettera in cui gli enotecari rivendicano il ruolo del proprio lavoro, spinto soprattutto dalla passione. Ma in cui chiedono uno sforzo ai produttori, per rimediare a quella perdita di “correttezza commerciale, coerenza ed etica professionale” dovuta alla confusione nata come “effetto indesiderato” del “velocizzarsi della comunicazione e il diffondersi dell’interesse per il turismo enogastronomico, che pur hanno favorito il diffondersi della cultura del vino. Il fatto che la stessa bottiglia possa essere acquistata a prezzi che escano da una forbice accettabile di minimo e massimo, crea confusione nel consumatore, svilisce il prodotto e, di conseguenza, il produttore. E l’immagine professionale di chi gliela ha venduta. Se un prodotto è importante deve esserlo ovunque, e a tutti deve essere chiaro che quella bottiglia è di un certo valore. Se la si trova a un prezzo troppo basso il consumatore non sa se ha comprato una bottiglia di qualità o se è stato turlupinato per tanto tempo. Non è bello guardare sempre l’erba del vicino, ma a Bordeaux ed in California, il produttore accoglie l’enoturismo con entusiasmo e, allo stesso modo, garantisce la professionalità dell’enotecario e del commerciante vendendo agli stessi prezzi”. Sarà possibile ritrovare la giusta misura sul mercato?

Focus - La lettera delle enoteche di Milano
Gentili produttori e gentili distributori,
Siamo un gruppo di Enoteche di Milano e dintorni ed insieme ci siamo resi conto che da tempo viviamo alcuni malesseri e ci siamo riuniti per fissare obiettivi comuni.
Qual è il motivo per cui facciamo il nostro lavoro ? Abbiamo capacità imprenditoriali e di relazioni con il pubblico, ma soprattutto passione! Questa è la ragione che ci spinge a lavorare dodici ore al giorno, cercare sempre novità, una nuova via, un nuovo vino da proporre.
Tutto ciò ci entusiasma e ci ripaga spiritualmente ed economicamente.
Per noi il Vostro lavoro è prezioso, da sempre accompagna le nostre tavole e molti lieti eventi. Il vino, e ciò che gli sta intorno, è per noi sinonimo di cultura e dello stare insieme.
Con il Vino si può viaggiare nella letteratura, nel tempo e nella storia. Il Vino è un passepartout che non ha eguali nel mondo dell’alimentazione.
Nel comparto agricolo e commerciale ha il valore percentuale più alto nel Pil nazionale, al punto che il Presidente della Repubblica ha dichiarato il vino “Ambasciatore dell’Italia nel mondo”.
E’ un mondo che sentiamo anche nostro, al quale apparteniamo e che insieme a Voi abbiamo contribuito a costruire.
Oggi Vi chiediamo di rafforzare questa collaborazione.
Il velocizzarsi della comunicazione e il diffondersi dell’interesse per il turismo enogastronomico ha favorito il diffondersi della cultura del Vino, ma al contempo duole constatare una certa confusione dei ruoli che ci ha allontanato dalla formula che negli anni ci ha fatto crescere insieme: correttezza commerciale, coerenza ed etica professionale.
La vita di una bottiglia non finisce quando esce dalla Vostra cantina, ma continua fino ad arrivare nelle mani del consumatore finale.
Prescindendo dalla qualità del prodotto, un corretto e coerente posizionamento del prezzo al consumatore garantisce una costante lungimiranza commerciale.
Il fatto che la stessa bottiglia possa essere acquistata a prezzi che escano da una forbice accettabile di minimo e massimo crea confusione e nervosismo nel consumatore e svilisce il prodotto e di conseguenza il produttore oltre che l’immagine professionale di chi gliela ha venduta. Se un prodotto è importante deve esserlo ovunque e a tutti deve essere chiaro, lampante che quella bottiglia è di un certo valore. Se la si trova a un prezzo troppo basso non è più chiaro il messaggio di importanza e il consumatore non sa se ha comprato una bottiglia di qualità o se è stato turlupinato per tanto tempo.
Come Voi tutti ben sapete, il giusto prezzo di vendita è frutto dell’insieme dei costi comparati alla qualità percepita dal consumatore. Questi, se trova motivo di cercare anche alla fonte una scappatoia per pagare meno il Vino, probabilmente il prezzo non è stato studiato adeguatamente.
Non è bello guardare sempre l’erba del vicino, ma a Bordeaux ed in California, il Produttore accoglie l’enoturismo con entusiasmo e allo stesso modo garantisce la professionalità dell’ Enotecario e del Commerciante vendendo agli stessi medesimi prezzi.
Un comportamento che salvaguarda la professionalità e la credibilità di entrambi.
Il successo commerciale e l’immagine di un prodotto si costruisce collaborando.
Nessuno di noi, siamo certi, desidera che il produttore/distributore arrivi a fare concorrenza alla propria catena distributiva perché il sistema salterebbe, sia per il produttore emergente che perderebbe il trampolino di lancio e per la prestigiosa azienda che perderebbe una vetrina importante e di conseguenza tutti noi perderemmo credibilità.
Nel mondo del Vino noi tutti lavoriamo assiduamente con passione ed energia, non perdiamoci in miopi scelte commerciali, aiutiamoci ancora a crescere insieme, contando sulla qualità, il servizio e l’etica del lavoro. Portiamo alto il valore del Vino nel suo significato più intrinseco, culturale, storico ed edonistico.
Il Vino dà gioia e piacere, ma anche lavoro, non dimentichiamolo!
Firmato: Cantine Isola, Cantina di Manuela, Cotti, De Ponti, De Toma, Diapason, El Vinatt Renè, Eno Club Milano, Guerini, Iemmallo, La Bottega dell’Arte del Vino, La Botticella, N’Ombra de Vin, Radrizzani, Ronchi Vino al Vino, VinoVino.

cecchi_news 2010

Altre News



TUTTI GLI ARTICOLI
Seguici su Twitter

WineMeteo

pioviggine Aglianico del Vulture:
Barile (PZ)

Temp: 16°
Precip: 0-1mm
nuvoloso Alto Adige:
Bolzano (BZ)

Temp: 11°
Precip: -
nuvoloso Alto Adige:
Appiano sulla strada del vino (BZ)

Temp: 10°
Precip: -
pioviggine Amarone:
Negrar (VR)

Temp: 10°
Precip: 0-1mm
pioggia debole Barbaresco:
Barbaresco (CN)

Temp: 9°
Precip: 2-4mm
pioviggine Bardolino:
Bardolino (VR)

Temp: 11°
Precip: 0-1mm
pioggia debole Barolo:
Barolo (CN)

Temp: 9°
Precip: 2-4mm
pioggia Bolgheri:
Castagneto Carducci (LI)

Temp: 14°
Precip: 4-8mm
pioggia Brunello di Montalcino:
Montalcino (SI)

Temp: 13°
Precip: 4-8mm
pioggia Chianti Classico:
San Casciano in Val di Pesa (FI)

Temp: 14°
Precip: 4-8mm
pioggia Cinque Terre:
La Spezia (SP)

Temp: 16°
Precip: 4-8mm
velature diffuse Cirò:
Ciro' (KR)

Temp: 17°
Precip: -
coperto Colli Orientali del Friuli:
Manzano (UD)

Temp: 11°
Precip: -
coperto Collio:
San Floriano del collio (GO)

Temp: 10°
Precip: -
pioggia Est Est Est:
Montefiascone (VT)

Temp: 14°
Precip: 4-8mm
pioggia debole Etna:
Castiglione di Sicilia (CT)

Temp: 16°
Precip: 2-4mm
pioviggine Franciacorta:
Erbusco (BS)

Temp: 10°
Precip: 0-1mm
pioggia debole Frascati:
Frascati (RM)

Temp: 16°
Precip: 2-4mm
coperto Friulano:
Cormons (GO)

Temp: 11°
Precip: -
coperto Greco di Tufo:
Tufo (AV)

Temp: 13°
Precip: -
pioggia debole Lacrima di Morro d’Alba:
Morro d'alba (AN)

Temp: 13°
Precip: 2-4mm
pioggia debole Lambrusco:
Modena (MO)

Temp: 10°
Precip: 2-4mm
coperto Molise:
Campomarino (CB)

Temp: 16°
Precip: -
variabile Montepulciano d'Abruzzo:
Chieti (CH)

Temp: 14°
Precip: -
pioggia debole Morellino:
Scansano (GR)

Temp: 14°
Precip: 2-4mm
pioggia debole Nobile di Montepulciano:
Montepulciano (SI)

Temp: 11°
Precip: 2-4mm
pioggia debole Orvieto:
Orvieto (TR)

Temp: 15°
Precip: 2-4mm
molto nuvoloso Primitivo di Manduria:
Manduria (TA)

Temp: 16°
Precip: -
coperto Prosecco:
Valdobbiadene (TV)

Temp: 10°
Precip: -
coperto Rosso Piceno:
Offida (AP)

Temp: 12°
Precip: -
pioggia debole Sagrantino:
Montefalco (PG)

Temp: 15°
Precip: 2-4mm
pioggia Sangiovese di Romagna:
Bertinoro (FC)

Temp: 13°
Precip: 4-8mm
rovesci e schiarite Sardegna:
Alghero (SS)

Temp: 17°
Precip: 4-8mm
velature diffuse Sardegna:
Cagliari (CA)

Temp: 20°
Precip: -
pioviggine Sicilia:
Menfi (AG)

Temp: 19°
Precip: 0-1mm
pioggia debole Sicilia:
Pantelleria (TP)

Temp: 18°
Precip: 2-4mm
nuvoloso Sicilia:
Marsala (TP)

Temp: 20°
Precip: -
coperto Soave:
Soave (VR)

Temp: 10°
Precip: -
pioggia Suvereto:
Suvereto (LI)

Temp: 15°
Precip: 4-8mm
coperto Taurasi:
Taurasi (AV)

Temp: 12°
Precip: -
pioggia debole Torgiano:
Torgiano (PG)

Temp: 16°
Precip: 2-4mm
coperto Trentino:
Lavis (TN)

Temp: 10°
Precip: -
coperto Trentino:
Mezzocorona (TN)

Temp: 9°
Precip: -
coperto Trentino:
San Michele all'Adige (TN)

Temp: 9°
Precip: -
pioviggine Valle d'Aosta:
Aosta (AO)

Temp: 10°
Precip: 0-1mm
coperto Valtellina:
Sondrio (SO)

Temp: 9°
Precip: -
pioggia debole Verdicchio:
Jesi (AN)

Temp: 14°
Precip: 2-4mm
pioggia Vernaccia:
San Gimignano (SI)

Temp: 13°
Precip: 4-8mm
Mezzacorona

Non solo vino
I capolavori dell'agroalimentare d'Italia

Leggi tutti gli articoli

Spazio promozionale

Panorama aziende

capraihome.png

ARNALDO CAPRAI

Il Sagrantino di Montefalco alla ribalta internazionale

castellobanfi.png

CASTELLO BANFI

In Toscana fra tradizione e innovazione

umanironchihome.png

UMANI RONCHI

L'esperienza marchigiana proiettata verso il futuro