planeta

Dicono di noi

Winenews visto dagli altri... Quotidiani, magazine, tv e radio che parlano di noi

13 Luglio 2017, ore 10:40

BLOG IL SECOLO XIX

A Barolo Collisioni Festival Agrirock ... Si comincia venerd 14 luglio con il concerto del trio Silvestri Consoli Gazz. Poi, fino al 27 luglio, il borgo di Barolo nelle Langhe, terra delezione di uno dei pi prestigiosi rossi italiani, ospiter unaffollatissima parata di grandi nomi della musica, star dellintrattenimento televisivo, letterati e giornalisti, in una festival, Collisioni, che abbina musica & spettacolo al buon cibo e a grandi vini. Per questa edizione il direttore del festival, Filippo Taricco, e il responsabile del progetto Vino, Ian dAgata, hanno elaborato un calendario denso di eventi e appuntamenti. Per la parte enogastronomica sono previste visite alle cantine e degustazioni di vini: piemontesi prima di tutto, ma provenienti anche dalle pi vocate aree enologiche italiane. Saranno presenti, fra gli altri, la Franciacorta, le Marche, il Vulture, il Friuli Venezia Giulia, il Prosecco, la Sicilia, lEmilia Romagna, la Toscana con il Brunello di Montalcino, il Veneto con lAmarone della Valpolicella delle Famiglie dellAmarone dArte, e poi lUmbria e Montefalco con il Sagrantino, la Sardegna, il Lazio e lAbruzzo. E la Liguria, che a Barolo, porter anche una tappa del campionato mondiale di Pesto. Gli appuntamenti enogastronomici si divideranno fra il Palco Wine & Food, lEnoteca delCastello di Barolo e il cortile dellAgrilab. Firme della critica internazionale, come Antonio Galloni (ex Robert Parker, ora Vinous), Steven Spurrier, Monty Waldin, Bernard Burtschy, Michaela Morris, Lingzi He guideranno le degustazioni e racconteranno i territori. Di richiamo il cartellone degli spettacoli. Dopo il concerto del trio Silvestri, Consoli e Gazz (14 e 15 luglio), sar la volta dei Placebo (16 luglio), di Robbie Williams (17 luglio), di Renato Zero (18 luglio) e dei The Offspring (27 luglio). A Collisioni sono attesi inoltre personaggi della cultura, dellarte e dello spettacolo. Il 15 luglio saliranno sul palco - riferisce il portale WineNews, media partner dellevento - lo chef Antonino Cannavacciuolo, il giornalista Aldo Cazzullo, lo scrittore austriaco Peter Hande, il Premio Nobel per la letteratura Gao Xingjang, il regista Paolo Virz, il divulgatore Alberto Angela, il presidente del Senato Pietro Grasso, e con artisti come Levante, Max Giusti, Nino Frassica, Elisa, Elodie, Red Canzian, Federico Zampaglione, Michele Bravi. Il 16 luglio, tra gli altri, saranno di scena gli scrittori Mauro Corona, Roberto Saviano, Jonathan Coe, Jeffrey Eugenides e Joyce Carol Oates, lenigmista Stefano Bartezzaghi, Vittorio Sgarbi, Joe Bastianich, il giornalista Marco Travaglio, Luciana Littizzetto e musicisti e cantanti come Paola Turci, Giorgia, Raphael Gualazzi, Alessandro Mannarino, Fabrizio Moro, Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, lattore americano Matt Dillon e il duo comico Ale&Franz.


13 Luglio 2017, ore 10:38

CORRIERE DELLA SERA

II Brunello in salsa belga ... Altri capitali stranieri comprano un pezzo di Montalcino, nel senese. Stavolta - come ha anticipato WineNews - a passare di mano Poggio Antico di Paola Gloder e Alberto Montefiori, comprato dai belgi di Atlas Invest, societ attiva soprattutto nel settore dellenergia e del real estate, fondata nel 2007 da Marcel van Poecke. Con 200 ettari di terreno complessivo tra boschi, uliveti e seminativi e soprattutto 32,5 ettari di vigneti (di cui 28 ettari a Brunello, 2 ettari a Rosso di Montalcino e 2,5 ettari a Cabernet Sauvignon) e un ristorante, Poggio Antico una delle realt pi prestigiose del Brunello. Quella di ieri soltanto lultima di una lunga serie di acquisizioni recenti a Montalcino, considerato un investimento sempre pi interessante. Di fine 2016 il passaggio della Tenuta Greppo della famiglia Biondi Santi, dove nato il Brunello, al gruppo del lusso francese Epi Group. Limprenditore argentino Alejandro Bulgheroni ha investito per tre volte in meno di quattro anni: lultima nel 2016 con lacquisto di Tenuta Vitanza da Rosalba Vitanza e Guido Andreatta.


12 Luglio 2017, ore 12:48

ADN KRONOS

Vino: OKeefe, interesse di capitali stranieri per Brunello positivo ... Ma serve attenzione, tra cambio generazionale e offerte irrinunciabili... Linteresse continuo di capitali stranieri nelle pi prestigiose realt del vino italiano in generale positivo, ma deve far riflettere su alcuni aspetti: da un lato, cosa ne sar del futuro delle aziende stesse dal momento che spesso i nuovi proprietari non solo legati allagricoltura, dallaltro, il fatto che, se a volte, visti i tempi, certe offerte sono davvero irrinunciabili, c anche una questione di fondo legata ad un complesso ricambio generazionale alla guida delle aziende che, talvolta, pu accelerare il processo di cessione di una cantina, per quanto in salute e prestigiosa. Queste, in sintesi, le considerazioni, a WineNews, di Kerin OKeefe, autrice del libro Brunello di Montalcino, (University of California Press, 2012) e Italian Editor della rivista Wine Enthusiast, a commento della cessione di Poggio Antico, una delle realt pi prestigiose del Brunello di Montalcino (200 ettari di terreno complessivo tra boschi, uliveti, seminativi e ovviamente vigneti, 32,5 ettari complessivi, di cui 28 ettari a Brunello, 2 ettari a Rosso di Montalcino e 2,5 ettari a Cabernet Sauvignon), ai belgi di Atlas Invest. Lacquirente una societ attiva soprattutto nel settore dellenergia e del real estate, e fondata nel 2007 da Marcel van Poecke, che solo lultima di una lunga serie di acquisizioni di importanti realt italiane del vino da parte di investitori stranieri, spesso di altri settori. Il trend di vendere aziende storiche e importanti a proprietari stranieri in generale positivo - spiega la OKeefe - ma pu avere anche degli elementi negativi. Positivo perch una conferma assoluta del grandissimo interesse e rispetto per i vini italiani nel mondo. Ma a mio parere, questo stesso trend ha un lato negativo dato che le persone (o in qualche caso, grandi aziende) che stanno acquisendo queste aziende agricole - che sono quasi sempre a gestione familiare - non hanno un legame storico con lItalia. Quindi resta da vedere come le gestiranno, soprattutto quando gli attuali proprietari, che in genere restano per qualche anno per avere una transizione graduale, lasciano definitivamente le aziende. Tantissimi i casi, a Montalcino e non solo, di aziende finite sotto propriet straniera. A partire da Castello Banfi, la cantina che con la famiglia Mariani ha aperto il territorio di Montalcino al mondo ed i suoi mercati al Brunello. Ma negli ultimi anni molte sono state le compravendite eccellenti, anche Italia su Italia. A fine 2016 ha fatto il giro del mondo lannuncio dellingresso nella Tenuta Greppo della famiglia Biondi Santi, dove nato il Brunello e oggi guidata da Jacopo Biondi Santi, del gruppo del lusso francese Epi Group di Christopher Descours (proprietaria di marchi di alta gamma come gli Champagne Piper-Heidsieck, Charles Heidsieck e Chateau La Verriere a Bordeaux). Limprenditore argentino Alejandro Bulgheroni, tra gli uomini pi facoltosi al mondo, gi proprietario di Dievole in Chianti Classico, a Montalcino ha investito per tre volte in meno di quattro anni: nel 2016 con lacquisto di Tenuta Vitanza da Rosalba Vitanza e Guido Andreatta (53 ettari, 26 a vigneto, 15 a Brunello, per una cifra sui 12-15 milioni di euro); nel 2013 con Podere Brizio (9 ettari vitati, 7 a Brunello, per un affare da indiscrezioni di oltre 10 milioni di euro); e, la prima volta, nel 2012, con Poggio Landi (134 ettari, 25 a vigneto, per una cifra stimabile sui 15 milioni di euro). Ad inizio 2016, i tedeschi Eichbauer, famiglia top delledilizia in Germania e fondatrice del ristorante bistellato Michelin Tantris a Monaco di Baviera, hanno comprato Podere Salicutti (11 ettari, 3,7 di vigneto, di cui 2,1 a Brunello, per una cifra stimabile tra 3-4 milioni di euro) dal fondatore Francesco Leanza, rimasto nel management dellazienda. Insomma, un fenomeno di grande impatto e portata, con dinamica che, in ogni caso, nel complesso da leggere in positivo, secondo Kerin OKeefe, Italian Editor della importante rivista americana Wine Enthusiast: assolutamente un segno di salute del vino italiano. Ma forse vuol dire anche che in diversi casi le nuove generazioni non hanno la voglia di mandare avanti le aziende di famiglia. Un fenomeno che, peraltro, non sembra destinato a rallentare: io credo che continuer, soprattutto nelle zone di produzione dei grandi vini che attirano questo tipo di investimenti: le valutazioni sono evidentemente cos alte che diventa molto difficile resistere a certe offerte da parte di alcuni produttori.


12 Luglio 2017, ore 12:48

ADN KRONOS

Vino: Montalcino,belga Atlas Investment compra Poggio Antico... Lo rende noto il sito internet WineNews ... La compagnia belga Atlas Investment, attiva soprattutto nel settore dellenergia e del real estate, ha acquisito Poggio Antico a Montalcino che conta 32,5 ettari vitati di cui 28 a Brunello. Ne d notizia il sito internet WineNews. Poggio Antico, spiega WineNews, stata guidata per oltre 30 anni da Paola Gloder insieme al marito Alberto Montefiori, che ne hanno fatto una delle realt pi quotate del Brunello di Montalcino, e che rimarranno in azienda ancora per qualche tempo, per garantire un passaggio di consegne morbido al nuovo general manager Federico Trost. Scelto dalla nuova propriet, Trost vanta gi unesperienza di direttore commerciale, e non solo, per realt vinicole come Brancaia, Santa Margherita, Le Tenute di Genagricola. Riservate le cifre delloperazione, spiega ancora WineNews, anche se un ettaro di Brunello di Montalcino, a valori di mercato, stimato sui 4-500 mila euro.


12 Luglio 2017, ore 12:47

ANSA

Vino: Montalcino,belga Atlas Investment compra Poggio Antico... Lo rende noto il sito internet WineNews ... La compagnia belga Atlas Investment, attiva soprattutto nel settore dellenergia e del real estate, ha acquisito Poggio Antico a Montalcino che conta 32,5 ettari vitati di cui 28 a Brunello. Ne d notizia il sito internet WineNews. Poggio Antico, spiega WineNews, stata guidata per oltre 30 anni da Paola Gloder insieme al marito Alberto Montefiori, che ne hanno fatto una delle realt pi quotate del Brunello di Montalcino, e che rimarranno in azienda ancora per qualche tempo, per garantire un passaggio di consegne morbido al nuovo general manager Federico Trost. Scelto dalla nuova propriet, Trost vanta gi unesperienza di direttore commerciale, e non solo, per realt vinicole come Brancaia, Santa Margherita, Le Tenute di Genagricola. Riservate le cifre delloperazione, spiega ancora WineNews, anche se un ettaro di Brunello di Montalcino, a valori di mercato, stimato sui 4-500 mila euro.


23 Maggio 2017, ore 18:13

ADN KRONOS

Usa: per gli Omaba degustazioni dei grandi vini italiani ... The Amazing Italian Wine Journey stato regalato alla coppia a Borgo Finocchieto... Grazie, abbiamo imparato tantissime cose sul vino italiano!: cos parl la ex coppia presidenziale Usa, Michelle e Barack Obama, ospiti e protagonisti, come rivelato da WineNews, di un viaggio fantastico nel vino italiano, ripercorrendo attraverso 10 annate di bottiglie cult le tappe fondamentali e pi importanti della vita insieme, personale e politica. stato questo il filo rosso del dream tasting The Amazing Italian Wine Journey regalato a Barack e Michelle nel loro viaggio in Toscana, a Borgo Finocchieto (Siena) a due passi da Montalcino e dai vigneti di Brunello, dai padroni di casa Linda Douglass e John Phillips, ex ambasciatore Usa in Italia, in una cena per pochi ed intimi amici della coppia (12 commensali, tra cui Richard Parsons, uomo daffari, ex consigliere economico del presidente e produttore di Brunello a Il Palazzone, dal 2006) e preparata dallo chef italiano n. 1 al mondo Massimo Bottura. Il cerimoniere stato Filippo Bartolotta, The Grape Trotter, giornalista, critico (con Diploma Wine and Spirit Education Trust of London), eclettico promotore de Le Baccanti - che organizza Luxury food wine vacations and day tours per americani in Italia, e per italiani in Usa (con clienti deccezione come Dustin Hoffman e Emma Thompson) - e del dream tasting per gli Obama al quale lui stesso ha partecipato, conosciuto in una charity dinner in Usa organizzata da Alice Waters, vice presidente Slow Food, pioniera oltreoceano delleducazione alimentare e ispiratrice del celeberrimo orto voluto da Michelle alla Casa Bianca.


23 Maggio 2017, ore 18:13

IL MESSAGGERO - UMBRIA

Grazie, abbiamo imparato tantissime cose sul vino italiano: cos la ex coppia presidenziale Usa, Michelle e Barack Obama, ospiti e protagonisti, come rivelato da WineNews, di un viaggio fantastico nel vino italiano, ripercorrendo attraverso 10 annate di bottiglie cult le tappe fondamentali e pi importanti della vita insieme, personale e politica. E tra quei vini cos importanti cera anche il Caprai Sagrantino di Montefalco 25 anni 2010. stato questo il filo rosso del dream tasting The Amazing Italian Wine Journey regalato a Barack e Michelle nel loro viaggio in Toscana, a Borgo Finocchieto (Siena) a due passi da Montalcino e dai vigneti di Brunello, dai padroni di casa Linda Douglass e John Phillips, ex ambasciatore Usa in Italia, in una cena per pochi ed intimi amici della coppia (12 commensali). Il cerimoniere stato Filippo Bartolotta.


22 Maggio 2017, ore 17:40

LA NAZIONE SIENA

Una giornata casalinga, quella di ieri, passeggiando insieme alla moglie nellombra del parco, e per Barack dalle 9 alle 9,30 un po di attivit fisica nella palestra del resort. Relax e voglia di godersi appieno questo angolo di paradiso. Il tutto condito da una sgambata in bicicletta. Lex presidente nel pomeriggio sarebbe uscito in sella a una mountain bike pedalando in incognito per quasi due ore nelle strade intorno a Borgo Finocchieto, uno dei teatri di Eroica. Oggi, forse, la visita a Siena e Firenze. La sera prima gli ex inquilini della Casa Bianca avevano tirato tardi al relais, complice la cena firmata dallo chef pluristellato Massimo Bottura, arrivato a sorpresa. In tavola vini pregiatissimi, tra cui, rivela il sito WineNews, un Oddero Barolo 1961 e un Brunello Col dOrcia 1964: gli anni di nascita di Barack e della moglie. Massima riservatezza sui prossimi spostamenti della coppia: oggi o domani una visita a Siena e a Firenze potrebbe starci, ma non c nulla di certo. Di certo c che anche ieri, sfidando caldo e polvere, alcuni curiosi si sono incamminati a piedi sulla strada bianca che da Bibbiano porta al buen retiro degli Obama. Giusto per farsi unidea del resort, un posto da sogno e da 16mila euro a notte. Un blogger e stilista di Pisa, Mirko Marchette, che dieci anni fa ha creato un sito molto visitato, LOrto di Michelle, aveva nello zainetto un insolito regalo per la ex first lady: un gioiello fatto con la cipolla che per, per motivi di sicurezza, non riuscito a far arrivare a destinazione.


22 Maggio 2017, ore 17:39

CORRIERE DI SIENA

Uscita in bicicletta ieri per Barck Obama che insieme a Michelle continua le sue vacanze nel senese. Sabato sera per lex coppia presidenziale stato organizzato un winetasting da sogno ripercorrendo attraverso 10 annate di bottiglie cult le tappe fondamentali e pi importanti della loro vita insieme. Secondo quanto riporta WineNews, uno dei siti pi cuccati dagli amanti del buon bere, questo il dream tasting The Amazing Italian Wme Journey regalato a Barack e Michelle Obama nel loro viaggio in Toscana. Cena offerta a Borgo Finocchieto a due passi da Montalcino a dai vigneti di Brunello, dai padroni di casa Linda Douglass e dallex Ambasciatore Usa in Italia John Phillips, per pochi ed intimi amici della coppia (12 commensali, tra cui Richard Parsons, uomo daffari, ex consigliere economico del presidente e produttore di Brunello a Il Palazzone, dal 2006), Una cena preparata dallo chef italiano numero uno Massimo Bottura. Una domenica trascorsa in tranquillit in attesa di quella che potrebbe essere lunica uscita in programma da Borgo Finocchieto. Lex presidente degli Stati Uniti infatti oggi o domani potrebbe incontrarsi con la coppia Renzi e non escluso che nella stessa giornata raggiunga Siena accogliendo linvito del sindaco Bruno Valentini per ammirare da vicino la Maest di Simone Martini.


21 Maggio 2017, ore 17:41

LA REPUBBLICA

Michelle e Obama a cena da Bottura ... Lo chef stellato ha cucinato per la coppia ex presidenziale Usa nella tenuta di Borgo Finocchieto. Prima il suo piatto celebre, le cinque stagionature di parmigiano, poi la chianina, un tortellino dolce e un dessert a base di fiori... Ha preparato per loro il suo piatto pi celebre, le cinque stagionature di parmigiano. E poi la chianina, un tortellino dolce e un dessert a base di fiori. Lo chef stellato Massimo Bottura c riuscito: ieri sera ha cucinato per Barack e Michelle Obama. Ma non in una dimora storica fiorentina come si era sussurrato nei giorni scorsi, per una cena con Matteo e Agnese Renzi. Bens nella tenuta di Borgo Finocchieto, il relais a sei stelle dove lex coppia presidenziale ospite dellex ambasciatore John Phillips, lontano da occhi indiscreti. Una cena al termine di una giornata di relax che gli Obama avevano affrontato separati. Barack sui campi da golf della tenuta dei Ferragamo a Castiglion del Bosco e Michelle a passeggio per Montalcino, dove aveva fatto shopping e preso un gelato con le amiche. Dodici commensali a tavola, tutti amici degli Obama e del padrone di casa: compreso quel Richard Parsons, ex consigliere economico della Casa Bianca, con cui Barack aveva passato il pomeriggio di svago. Una cena straordinaria, raccontano i bene informati di Wine News, la rivista specializzata che ha dato la notizia. Una sorta di viaggio nei sapori s, ma anche nella storia umana e privata dei due ospiti donore. S perch al men molto italiano come lo ha definito Bottura, stato abbinato del vino davvero speciale: 10 bottiglie scelte da Filippo Bartolotta, che hanno ripercorso le tappe fondamentali di Barack e Michelle. Vini pregiatissimi: come lOddero Barolo del 1961 e un Col dOrcia Brunello del 1964: anni di nascita degli Obama. Ma anche un Ama Chianti classico riserva del 2008, che poi lanno che Barack vinse le sue prime presidenziali. Non sappiamo se durante la cena Bottura abbia discusso con Barack la sua intenzione di esportare in America il suo progetto di Refettorio ambrosiano, la mensa dei poveri con men stellati. Ma di sicuro con il suo piatto celebre ne ha conquistato il cuore.


21 Maggio 2017, ore 17:41

CORRIERE DIVINI

Luomo che ha fatto bere 9 vini agli Obama ... Perch questi vini italiani mi piacciono cos tanto?. Lo ha chiesto lex presidente degli Stati Uniti sabato sera, dopo averne bevuti nove, assieme a Michelle, in un giro dItalia enoico. Lex first lady stata incantata dal vino pi difficile, la Ribolla di Josko Gravner, dal color arancio, vinificato come un rosso, che arriva dalle anfore di Oslavia, sul Collio friulano. Esplora il significato del termine: Luomo che ha fatto bere 9 vini agli Obama Filippo Bartolotta, toscano di 45 anni. Obama gli ha chiesto : Come faccio a riconoscere let di un vino? E lui glielo ha spiegato. Al termine della degustazione, Michelle ha baciato Filippo: Abbiamo imparato tanto, lo ha ringraziato. Luomo che ha fatto bere 9 vini agli Obama Filippo Bartolotta, toscano di 45 anni. Obama gli ha chiesto : Come faccio a riconoscere let di un vino? E lui glielo ha spiegato. Al termine della degustazione, Michelle ha baciato Filippo: Abbiamo imparato tanto, lo ha ringraziato. Esplora il significato del termine: Ho lavorato da tempo a questa serata - racconta Filippo, che organizza, con la sua agenzia, viaggi ed esperienze con cibo e vino - nel 2013 ho conosciuto Alice Waters, la cuoca di Berkeley che ha ispirato lorto di Michelle. Poi sono entrato in contatto con lambasciatore John Phillips. Che lo chiamato nella sua tenuta alla cena preparata da Massimo Bottura, a Borgo Finocchieto, tra Buonconvento e Montalcino nel Senese. Fino a tre giorni prima era tutto segreto, ma io avevo gi iniziato a preparare la squadra da far scendere in campo, vini dalle Dolomiti alla Sicilia, dal Piemonte alla Puglia (la notizia della degustazione era stata anticipata da WineNews, ndr). Ho scelto le annate pensando alle date degli Obama: sono andato nelle Langhe per due bottiglie di Barolo Oddero del 1961, lanno di nascita dellex presidente. E ho scelto il 1964, lanno di Michelle, del Brunello di Montalcino Col dOrcia. E il Sassicaia 2009, quando stata assegnato a Obama il Nobel per la pace. Poi stato deciso che sarebbe venuto Bottura a cucinare. Ma i vini li avevo gi scelti, ho eliminato il Sagrantino dallabbinamento con il cibo e lo ho presentato alla degustazione. E stato tutto molto rilassato, dopo il nervosismo iniziale per i problemi di sicurezza. La foto con Bottura? Lha scattata il capo della Digos.Ho lavorato da tempo a questa serata racconta Filippo, che organizza, con la sua agenzia, viaggi ed esperienze con cibo e vino nel 2013 ho conosciuto Alice Waters, la cuoca di Berkeley che ha ispirato lorto di Michelle. Poi sono entrato in contatto con lambasciatore John Phillips. Che lo chiamato nella sua tenuta alla cena preparata da Massimo Bottura, a Borgo Finocchieto, tra Buonconvento e Montalcino nel Senese. Fino a tre giorni prima era tutto segreto, ma io avevo gi iniziato a preparare la squadra da far scendere in campo, vini dalle Dolomiti alla Sicilia, dal Piemonte alla Puglia (la notizia della degustazione era stata anticipata da WineNews, ndr). Ho scelto le annate pensando alle date degli Obama: sono andato nelle Langhe per due bottiglie di Barolo Oddero del 1961, lanno di nascita dellex presidente. E ho scelto il 1964, lanno di Michelle, del Brunello di Montalcino Col dOrcia. E il Sassicaia 2009, quando stata assegnato a Obama il Nobel per la pace. Poi stato deciso che sarebbe venuto Bottura a cucinare. Ma i vini li avevo gi scelti, ho eliminato il Sagrantino dallabbinamento con il cibo e lo ho presentato alla degustazione. E stato tutto molto rilassato, dopo il nervosismo iniziale per i problemi di sicurezza. La foto con Bottura? Lha scattata il capo della Digos. La prima mezzora stata dedicata alla degustazione. Michelle stata molto attenta. E una appassionata di vini, ha ascoltato e fatto domande. Abbiamo iniziato con il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005. Poi tutti gli altri: Ros 18 Fanali 2014 di Apollonio , un pezzo di storia dei rosati italiani; il Barolo Oddero 1961 e il Brunello Col dOrcia 1964, il Sagrantino di Montefalco Caprai 25 anni 2010 e il Coevo 2010 di Cecchi. Barolo e Brunello avevano le etichette coperte, quando ha assaggiato e ha scoperto che si trattava di un vino di 56 anni Michelle ha detto che anche i grandi uomini rimangono giovani come questi vini. Bottiglie perfette, nessuna traccia di ossidazione. Il Barolo con profumi di petalo di rosa e tartufo, il Brunello pi terroso, ma con la delicatezza del frutto. Alla cena sono stati serviti il Ribolla 2008 Gravner, Tascante Buonora 2015 di Tasca dAlmerita (dallEtna), Sassicaia 2009 di Tenuta San Guido, il Chianti Classico Riserva 2008 di Castello di Ama. Alla fine - racconta Filippo - Barack Obama mi ha confidato che lui beve poco, ma che questi vini gli sono piaciuti molto. Mi ha chiesto il motivo, gli ho risposto: presidente, ho giocato facile, ho scelto quello che piace anche a me.


21 Maggio 2017, ore 17:39

CORRIERE FIORENTINO

We miss you!. E Michelle sorride. La turista americana in piazza del Popolo una delle tante che vorrebbero stringere la mano, salutare, fermarsi a parlare con Michelle Obama. Ci riuscir una mamma di Sarzana: le sue due figlie sorridono e salutano lex first lady, lei si ferma e, mentre esce dalla Fortezza di Montalcino per riprendere il Suv che la porter a Borgo Finocchieto, accarezza le bimbe e ringrazia per i complimenti. Chi temeva che il jet lag invitasse Barack e Michelle a restare tutto il tempo nel resort dellex ambasciatore John Phillips si sbagliato di grosso. Alle 10 la consueta carovana di auto della sicurezza parte. A bordo sia Barack che Michelle. Seminano tutti i cronisti, il loro Suv blindato si infila in una strada di campagna, scendono e si fanno 8 chilometri a piedi per tornare a Borgo Finocchieto, passando attraverso uno dei boschi che interrompono la campagna intorno. Tra i due sembra pi in forma Michelle, che distanzia persino il marito, soprattutto nellultimo tratto, arato da poco e bagnato dalla abbondante pioggia della notte. Tornati a pranzo a Borgo Finocchieto, la coppia si divide. Obama parte per Castiglion del Bosco, il campo da golf di Massimo Ferragamo ad un tiro di schioppo dalla tenuta di Phillips: lex ambasciatore e il presidente della divisione Usa della griffe di moda si conoscono bene,ma ieri Ferragamo non cera, perch impegnato negli Usa. E allora Obama scende in campo con Richard Parsons, amico (e suo ex consigliere nel primo mandato), ricco uomo daffari con un vigneto di Brunello poco distante. Lex presidente gira tutte le 18 buche in meno di 4 ore, mentre i teleobiettivi cercano di catturare i suoi colpi: Obama pare cavarsela bene. La sorpresa per Michelle: spunta a Montalcino, alla gelateria Why not. Si prende una coppa cocco e cioccolato, mentre le madre e le amiche sembrano preferire la frutta (e i selfie). Poi, tutte si incamminano seguite dagli agenti Usa e italiani tra i saluti di turisti e cittadini per arrivare al negozio Montalcino 564. Qui si prova un panama, ma alla fine lei e la madre compreranno alcuni scialli. Poi, una veloce visita alla Fortezza. Al ritorno a Borgo Finocchieto, gli Obama sono attesi da Massimo Bottura, ex miglior chef del mondo, per una cena con super degustazione: tra i vini un Oddero Barolo 1961 e un Brunello Col dOrcia 1964, gli anni di nascita di Barack e Michelle. Un men molto italiano - ha raccontato Bottura a WineNews - con le 5 stagionature del Parmigiano, mio piatto celebre, poi la chianina e il tortellino, ma come dolce. Nessuna indiscrezione invece per il programma di oggi. C il dubbio sulla visita a Siena, dove il sindaco Valentini ha invitato Obama a vedere al restauro della Maest di Simone Martini. Certo larrivo domani a Firenze: ma i dettagli della possibile visita a Uffizi, Palazzo Vecchio e Vasariano sono ancora top secret.


Pagina 7 di 209
Vinitaly @Expo Milano 2015 - #vino2015

WineMeteo

variabile Aglianico del Vulture:
Barile (PZ)

Temp: 10°
Precip: -
parz nuvoloso Alto Adige:
Bolzano (BZ)

Temp: 8°
Precip: -
parz nuvoloso Alto Adige:
Appiano sulla strada del vino (BZ)

Temp: 7°
Precip: -
parz nuvoloso Amarone:
Negrar (VR)

Temp: 10°
Precip: -
sereno Barbaresco:
Barbaresco (CN)

Temp: 12°
Precip: -
parz nuvoloso Bardolino:
Bardolino (VR)

Temp: 11°
Precip: -
sereno Barolo:
Barolo (CN)

Temp: 12°
Precip: -
poche nubi Bolgheri:
Castagneto Carducci (LI)

Temp: 13°
Precip: -
nuvoloso Brunello di Montalcino:
Montalcino (SI)

Temp: 10°
Precip: -
pioggia debole Chianti Classico:
San Casciano in Val di Pesa (FI)

Temp: 12°
Precip: 1-4mm
variabile Cinque Terre:
La Spezia (SP)

Temp: 13°
Precip: -
velature sparse Cir:
Ciro' (KR)

Temp: 16°
Precip: -
parz nuvoloso Colli Orientali del Friuli:
Manzano (UD)

Temp: 9°
Precip: -
piovaschi e schiarite Collio:
San Floriano del collio (GO)

Temp: 9°
Precip: 0-2mm
nuvoloso Est Est Est:
Montefiascone (VT)

Temp: 10°
Precip: -
sereno Etna:
Castiglione di Sicilia (CT)

Temp: 12°
Precip: -
parz nuvoloso Franciacorta:
Erbusco (BS)

Temp: 11°
Precip: -
pioggia debole Frascati:
Frascati (RM)

Temp: 11°
Precip: 1-4mm
piovaschi e schiarite Friulano:
Cormons (GO)

Temp: 10°
Precip: 0-2mm
pioggia debole Greco di Tufo:
Tufo (AV)

Temp: 10°
Precip: 1-4mm
velature diffuse Lacrima di Morro dAlba:
Morro d'alba (AN)

Temp: 15°
Precip: -
variabile Lambrusco:
Modena (MO)

Temp: 11°
Precip: -
velature sparse Molise:
Campomarino (CB)

Temp: 15°
Precip: -
velature diffuse Montepulciano d'Abruzzo:
Chieti (CH)

Temp: 17°
Precip: -
velature sparse Morellino:
Scansano (GR)

Temp: 14°
Precip: -
pioviggine Nobile di Montepulciano:
Montepulciano (SI)

Temp: 9°
Precip: 0-1mm
coperto Orvieto:
Orvieto (TR)

Temp: 11°
Precip: -
variabile Primitivo di Manduria:
Manduria (TA)

Temp: 13°
Precip: -
variabile Prosecco:
Valdobbiadene (TV)

Temp: 8°
Precip: -
velature diffuse Rosso Piceno:
Offida (AP)

Temp: 14°
Precip: -
pioviggine Sagrantino:
Montefalco (PG)

Temp: 11°
Precip: 0-1mm
piovaschi e schiarite Sangiovese di Romagna:
Bertinoro (FC)

Temp: 12°
Precip: 0-2mm
nuvoloso Sardegna:
Alghero (SS)

Temp: 13°
Precip: -
nuvoloso Sardegna:
Cagliari (CA)

Temp: 16°
Precip: -
variabile Sicilia:
Menfi (AG)

Temp: 15°
Precip: -
sereno con veli Sicilia:
Pantelleria (TP)

Temp: 14°
Precip: -
quasi sereno Sicilia:
Marsala (TP)

Temp: 15°
Precip: -
parz nuvoloso Soave:
Soave (VR)

Temp: 10°
Precip: -
poche nubi Suvereto:
Suvereto (LI)

Temp: 14°
Precip: -
variabile Taurasi:
Taurasi (AV)

Temp: 10°
Precip: -
pioggia debole Torgiano:
Torgiano (PG)

Temp: 13°
Precip: 1-4mm
parz nuvoloso Trentino:
Lavis (TN)

Temp: 8°
Precip: -
parz nuvoloso Trentino:
Mezzocorona (TN)

Temp: 7°
Precip: -
parz nuvoloso Trentino:
San Michele all'Adige (TN)

Temp: 7°
Precip: -
parz nuvoloso Valle d'Aosta:
Aosta (AO)

Temp: 11°
Precip: -
parz nuvoloso Valtellina:
Sondrio (SO)

Temp: 10°
Precip: -
velature diffuse Verdicchio:
Jesi (AN)

Temp: 16°
Precip: -
pioggia debole Vernaccia:
San Gimignano (SI)

Temp: 12°
Precip: 1-4mm
Mezzacorona

Non solo vino
I capolavori dell'agroalimentare d'Italia